Articoli della categoria ‘Correre x correre 2010’

CORRERE x CORRERE 2010 – Classifiche finali

La classifica delle società

POS. 2010 SOCIETÀ PUNTI POS. 2009
1 POL. MONTECCHIO 2000 7872 1
2 BANCA di PESARO – Centro Storico PS 6165 3
3 A.S.D. COLLEMAR-ATHON CLUB 5993 2
4 G.P. LUCREZIA 4860 6
5 A.P.D. AVIS AIDO URBINO 4337 4
6 ATLETICA SENIGALLIA 3921 9
7 ATLETICA URBANIA 3777 11
8 G.P. FANO CORRE 3739 5
9 G.S. ATLETICA 75 CATTOLICA 3486 7
10 NUOVA ATL. PANDA PESARO 2035 12
11 G.P. VALMISA 1539 10
12 A.S.D. POL.TIFERNUM V – S.A. in Vado 1171
13 A.S.D. SPORT CALCINELLI 1075
14 RUNNING CLUB FOSSOMBRONE 775 14

 

I risultati dei nostri atleti

NOME E COGNOME CATEGORIA POSIZIONE DI CATEGORIA
VALENTINI RAFFAELLA MF40 1
SANTINI STEFANO MM35 2
AMANTINI LUIGI MM40 3
OLIVIERI VALTER MM40 4
SALVATORI ADELE MF35 6
DINI STEFANIA MF35 7
SPADONI RAFFAELE TM 7
SERFILIPPI MAURO MM40 8
CAMPANA MICHELE MM35 13

 

Le classifiche complete sono disponibili qui

8° TROFEO NEFA, Rosciano di Fano (Pu) – Km 11,300 – Domenica 14 Novembre 2010

Mi chiedo cosa rimanga delle corse che facciamo.
Dentro tutti quei chilometri, a girare intorno a periferie di campagne o di capannoni, con certe curve a gomito, pestando l’asfalto sempre uguale, passando dritto davanti a case con i cani che perennemente abbaiano, i panni stesi delle domeniche di sole, gli anziani che ti guardano sbalorditi volontariamente faticare, loro che di fatica ne han fatta tanta e ora cercano di scansarla dove possono.

L’anno scorso avevo fatto questa corsa, e ora so che cosa mi era rimasto, molto più di quello che pensavo. L’anno scorso rientravo dall’infortunio, era la prima corsa con la squadra, avevo un’ansia di misurarmi e di fare bene, che mi aveva tolto il fiato e fatto correre strozzata. Questo lo ricordo, pensavo che sarei morta a fare un altro passo, anzi perchè non muoio, o almeno mi addormento, così al risveglio sarà solo un brutto sogno.

Quest’anno ho corso libera e senza orologio nella speranza di stare bene e divertirmi. Con il fiato a dettare il ritmo e le gambe tranquille ad inseguire. Passato un anno mi chiedo cosa ci spinga a rimetterci ogni volta in gioco e in discussione. La gioia di correre prima di tutto, la voglia di migliorare, il sentimento di libertà implicito nell’atto di correre… che a pensarci bene correre è fuggire si assomigliano… (c’è un proverbio di queste parti che dice: “tra il curra e il fuggia…”, tra correre e fuggire…).

Quando vedo quelli forti, non me che trotterello piano, ma certi cavalli di razza che vanno al galoppo, mi appare chiaro questo senso della fuga. Ma fuggire da cosa? Mi domando. Dagli obblighi, dal dovere fare, dal dover essere, dal dovere essere per forza quello che la tua vita pretende che tu sia. Così si corre per vivere qualcosa di diverso da quello che a ognuno tocca.

Dove nasce l’equivoco? Non riuscire a reggere la libertà del gesto, e diventare prigioneri dell’esito, che non sempre è quello che vorremmo che fosse. Ma se si trova un equilibrio adulto tra gioia, sfida, slancio, competizione, gioco, lealtà, passione, sportività, allora una mattina come quella di oggi non me la dimenticherò di sicuro, e sarà un altro mattoncino con cui costruire la mia casa di signora runner delle retrovie delle corse, fiera e orgogliosa di esserlo.

Partiti da casa con un bel sole freddo, verso il mare l’aria diventava nebbiosa e umida, di una nebbia latte che impediva quasi di vedere la strada e dava un senso di irrealtà e di sogno. Volevo restare nel tepore della macchina dentro le mie giacche a girare in tondo senza arrivare. Le persone erano tante in un grande spazio commerciale che sembrava una giostra, un circo, un teatro. Non distinguevo i contorni, i tratti, le figure. Ma come è prepotente la vita: arriviamo e vedo un sacco di amici tutti sorridenti e allegri e pieni di speranze e aspettative, così mi sveglio, mi carico, mi preparo.

Che gusto vedere la presenza femminile che cresce, oggi la nostra squadra brilla per l’arrivo di due luminose atlete, con cui sarà bello e piacevole dividere preparazione e gare: Alessandra e Stefania, non mollate!

Scambio qualche parola con qualcuno, mi chiedono tutti come va la preparazione per la maratona. Quello che mi sento di condividere più o meno con chi ha la pazienza di ascoltare nei vari lunghi che ho fatto è il concetto di “altro mondo” che ho sperimentato dopo i 30km. Ho fatto tutto quello che dovevo fare, ho fatto tutto giusto, soldato Jane della tabella, più di 1000km in poco più di tre mesi, ma quando supero certe distanze quello che accade resta un mistero in cui entrano in discussione molte variabili, oltre al cuore e alle gambe, principalmente entra in gioco la testa. Mi consolo pensando a quanto è dura la mia, non mi mollerà proprio alla fine.

La gara è andata bene, non ho tirato troppo, non ho sofferto troppo, non ho tirato poco, non ho sofferto poco. Non ho dato tutto, questo è strano per me, ma non era oggi il giorno. Aspetto il mio, quando sarà il momento.

All’arrivo divertente vedere i miei compagni che mi incitavano e il gonfiabile che non arrivava mai, io che chiedevo a chiunque ma quanto manca? E poi aspettare le ragazze per incitare pure loro.
Ma la cosa più bella che ho visto a Rosciano di Fano questa mattina di novembre sono stati i tre bimbi della Stefania, che con il loro dolce sorriso mi hanno illuminato nella strada del ritorno a casa.

Anna Angeli

Clicca qui per vedere le altre foto dell’Atletica Urbania oppure qui per vedere le foto dell’Atletica CentroStorico

I tempi dei nostri atleti

NOME E COGNOME TEMPO ARRIVO REAL TIME MEDIA KM POSIZIONE ASS. POSIZIONE CAT.
Raffaele Spadoni 00:42:46 00:42:45 03:47 51 14 – A
Mauro Serfilippi 00:44:42 00:44:39 03:57 79 16 – C
Davide Alessandroni 00:45:38 00:45:21 04:02 91 22 – B
Giampaolo Ioni 00:46:06 00:46:01 04:04 95 19 – C
Valter Olivieri 00:46:07 00:46:02 04:04 96 20 – C
Michele Campana 00:46:11 00:45:59 04:05 98 24 – B
Loris Giorgini 00:47:12 00:47:10 04:10 117 26 – B
Raffaella Valentini 00:47:41 00:47:38 04:13 131 2 – M
Adele Salvatori 00:51:16 00:51:02 04:32 191 6 – M
Luigi Amantini 00:51:17 00:51:00 04:32 192 36 – C
Stefania Dini 00:52:44 00:52:28 04:40 214 11 – M
Danilo Moretti 00:52:58 00:52:42 04:41 219 39 – C
Nicola Bassotti 00:55:11 00:54:57 04:53 243 41 – A
Claudio Lani 00:56:43 00:56:22 05:01 254 34 – E
Ermete Bolognini 00:56:44 00:56:21 05:01 255 7 – G
Anna Angeli 00:57:29 00:57:12 05:05 264 17 – M
Alessandra Dormi 01:04:12 01:03:53 05:40 Non Comp. Non Comp.
Renato Valdarchi 01:04:12 01:03:53 05:40 295 43 – D
Stefania Dormi 01:07:44 01:07:23 05:59 301 20 – M
Matteo Serfilippi 00:29:00 6Km n/d 04:50 Non Comp 6Km 2 – Alievi

Clicca qui per la classifica completa, da www.dreamrunners.it





2ª SERRA DE’ CORSA, Serra de’ Conti (An) – 21,097Km – 17/10/2010

Bella gara oggi a Serra de’ Conti in una spendida mattinata ottobrina, unica parentesi di sole dopo giorni di nebbia, umido e pioggia, che ha graziato i circa 200 podisti convenuti nella cittadina marchigiana per disputare la seconda edizione della mezza maratona “Serra de’ Corsa”.
L’Atletica Urbania si è aggiudicata l’ambita vittoria grazia ad una strepitosa prestazione del suo top runner STEFANO SANTINI che ha vinto per distacco sul duro percorso collinare.

Anche in campo femminile, RAFFAELLA VALENTINI conferma le sue doti di prima della classe, conquistando il secondo posto assoluto, il primo di categoria, e migliorando il suo Personal Best nonostante la difficoltà di una gara non certo veloce.

L’Atletica Urbania, oltre ai risultati di squadra, si distingue anche per il bel sorriso delle sue atlete, orgoglio dei podisti maschi.

I tempi dei nostri atleti

NOME E COGNOME POS. GEN. POS. CAT. TEMPO
Stefano Santini 1  1 – MM35 1:18:21
Raffaella Valentini 40  1 – MF40 1:32:58 New PB
Mauro Serfilippi  45 10 – MM40  1:34:20
Giovanni Catani  49  10 – MM35 1:35:48
Michele Campana  58  13 – MM35 1:37:25
Adele Salvatori  94 5 – MF35  1:46:03
Stefania Dini  112  8 – MF35 1:50:25
Danilo Moretti  136  24 – MM40 1:58:04
Anna Angeli (*)  144 7 – MF40  2:10:00

(*) Infortunata

Clicca qui per vedere la classifica completa, clicca qui per vedere le foto di Renato Valdarchi

6ª CORSA DELLA SALUTE, Macerata Feltria (Pu) – 12,5Km – 10/10/2010

Ennesimo successo per l’Atletica Urbania alla sesta Corsa della Salute di Macerata Feltria, con Stefano Santini che ha coperto i 12,5Km in 47’22”, vincendo la propria categoria e piazzandosi al secondo posto nella classifica assoluta.

A premio anche Raffaella Valentini (2ª classificata nella sua categoria) ed il “keniano bianco” Ermete Bolognini, arrivato 4° di categoria.

I tempi dei nostri atleti

NOME E COGNOME POS. GEN. POS. CAT. TEMPO
Stefano Santini 2 1 0:47:23
Giovanni Catani 31 9 0:54:44
Mauro Serfilippi 49 12 0:56:31
Raffaella Valentini 65 2 0:58:48
Stefania Dini 137 12 1:08:32
Ermete Bolognini 160 4 1:13:09
Claudio Lani 161 25 1:13:21

Clicca qui per le foto e per la classifica completa

9° GIRO DEL MONTECHIARO, Borgo Santa Maria (Pu) – 10,5Km – 12/09/2010

Ancora un successo per il nostro Stefano Santini che vince il 9° Giro del Montechiaro, nona tappa del circuito “Correre x Correre 2010″, chiudendo in 36’33”, alla media di 3:39min/km.

I tempi dei nostri atleti

NOME E COGNOME POS. GEN. CAT. TEMPO
Stefano Santini 1 MM35 36.33.5
Raffaele Spadoni 25 TM 40.59.2
Valter Olivieri 30 MM40 41.15.0
Luigi Amantini 43 MM40 42.09.9
Giovanni Catani 61 MM35 43.33.6
Mauro Serfilippi 62 MM40 43.50.8
Michele Campana 73 MM35 45.30.5
Raffaella Valentini 94 MF40 47.22.0
Adele Salvatori 106 MF35 48.05.8
Ermete Bolognini 181 MM60 57.06.5
Renato Valdarchi 183 MM45 57.40.5

Clicca qui per vedere la classifica completa

8° Trofeo “GROTTE FRASASSI”, San Vittore delle Chiuse, Genga (An) – 12Km – 05/09/2010

Genga

Giornata, anzi settimana al limite dell’assurdo.
I traslochi a giugno“casa-mare” e a fine agosto “mare-casa” rappresentano per la mia povera mente malata di ordine, due eventi di massimo stress.
Ordine è un concetto astratto, è qualcosa impossibile da realizzare, è una chimera, è un pio desiderio, dato che vivo insieme a tre minori di 11 anni e un maggiore di 40 i quali pensano tutti e quattro in coro che l’ordine sia semplicemente inutile.
Le pile di valigie da disfare e ogni genere di mercanzia da sistemare hanno succhiato da me ogni forza vitale.
Gli ultimi giorni sono passati cercando di riportare la situazione a un livello accettabile. Prosciugata.
Così da non pensare al fatto che oggi dopo più di due mesi avrei di nuovo gareggiato, che i miei dolori e doloretti non sono affatto risolti ma che sto tergiversando sperando che si aggiustino, che ho imparato a fare più chilometri ma piano piano e dunque ho le gambe come due tronchi che scendono da un fiume alpino e che quella poca brillantezza che avevo raggiunto a giugno, è completamente persa, smarrita, perduta nei meandri di una preparazione comunque lunga e impegnativa, verso qualcosa che al momento non mi sento assolutamente in grado di fare (42? ma quando? ma come? ma dove?).
Ieri ho fatto mente locale e ho detto, no! Perchè? Ma dove vado? Ma cosa vado a fare?
Le domande aumentavano.
Avevo ragione a dire così, oggi mi sono passate davanti molte facce che di solito arrivano dopo di me, e non è bello, ma non per loro, che ognuno faccia la propria gara, per loro sono contenta, ma per me che ora sono un po’ depressa e demotivata, alla ricerca di risposte alle domande di cui sopra, risposte che faccio fatica a trovare.
La cosa bella, ma bella per davvero è stata la compagnia della squadra. Alcuni amici e amiche che non vedevo da tanto e che mi ha fatto una grande piacere rincontrare, come anche Robert e Claudio.
La corsa meravigliosa, panorami e squarci d’incanto della nostra bellissima terra marchigiana, dirupi, verde, gole scoscese, odore di terra umida. Il ricordo di mio padre che in quei posti ha lavorato.
Però è inutile dire, non me la sono goduta tanto, per tutti gli accidenti che ho tirato ai miei piedi massacrati e a un dolore fisso alla caviglia che non mi faceva spingere da sotto, per paura di farmi male per davvero.
Fine gara, arrivo con quelli che raccolgono i bicchieri usati, i miei compagni stavano mandando una troupe di “Chi l’ha visto?” alla mia ricerca.
Agguanto un salame al volo (sic!) e partiamo di volata per il matrimonio di cari amici a cui non si poteva non essere. Strada, macchina, veloce, arrivo, messaggi a che punto sta la Messa, doccia trucco parrucco tacchi abitino tutto in 15 minuti, arrivo in volata davanti al sagrato con gli sposi che uscivano dalla Chiesa felici e sorridenti.
Sorrido pensando alle due me che si sono incrociate questa mattina, la sportiva e la donna elegante, io sono un po’ di tutte e due, non solo una di queste.
Sorrido pensando che qualche risposta arriverà, come al solito, con il tempo, e allora io sarò pronta ad ascoltare.
Di sicuro non è questo non sapere che mi fermerà.

Anna Angeli

Genga

Clicca qui per vedere le altre foto.

I tempi dei nostri atleti
Pos. COGNOME NOME Cat. SOCIETA’ Tempo Media
5° M Santini Stefano Sm35 Atletica Urbania 0.41.04 3,25
36° M Ioni Giampaolo Sm40 Atletica Urbania 0.45.06 3,46
52° M Spadoni Raffaele Amat Atletica Urbania 0.45.57 3,50
55° M Amantini Luigi Sm40 Atletica Urbania 0.46.03 3,50
77° M Olivieri Valter Sm40 Atletica Urbania 0.47.31 3,58
82° M Alessandroni Davide Sm35 Atletica Urbania 0.47.46 3,59
87° M Serfilippi Mauro Sm40 Atletica Urbania 0.48.05 4,00
115° M Catani Giovanni Sm35 Atletica Urbania 0.49.59 4,10
120° M Campana Michele Sm35 Atletica Urbania 0.50.27 4,12
239° M Bassotti Nicola Amat Atletica Urbania 0.58.07 4,51
265° M Bolognoni Ermete Sm60 Atletica Urbania 1.00.53 5,04
273° M Moretti Danilo Sm40 Atletica Urbania 1.01.41 5,08
274° M Valdarchi Renato Sm45 Atletica Urbania 1.01.45 5,09
283° M Lani Claudio Sm50 Atletica Urbania 1.03.46 5,19
12^ F Valentini Raffaella 1966 Atletica Urbania 0.51.56 4,20
22^ F Salvatori Adele 1973 Atletica Urbania 0.55.04 4,35
32^ F Dini Stefania 1971 Atletica Urbania 0.58.28 4,52
45^ F Angeli Anna 1970 Atletica Urbania 1.04.56 5,25
Ioni Mattia 0-7 anni Atletica Urbania 0.58.28 4,52
Campana Giammarco 8-9 anni Atletica Urbania 1.04.56 5,25

Genga 

Ordine d’arrivo generale maschile
Pos. COGNOME NOME Cat. SOCIETA’ Tempo Media
Benhamdane Rachid Amat Uisp Forlì 0.37.57 3,10
Gravante Antonio Amat Atletica Potenza Picena 0.38.05 3,10
Campetti Marco Amat Atletica Recanati 0.40.49 3,24
Lanzi Simone Sm35 Tiferno Runners 0.40.57 3,25
Santini Stefano Sm35 Atletica Urbania 0.41.04 3,25
Braganti Mauro Sm35 Olympic Runners
Lama
0.41.39 3,28
Seri Davide Sm35 Pol. Montecchio
2000
0.41.42 3,28
Quattrini Riccardo Sm35 Collemar-Athon
Barchi
0.41.48 3,29
Bettacchini Antonello Sm35 Tiferno Runners 0.41.56 3,30
10° Torregiani Manuele Sm40 Atletica
Senigallia An
0.42.01 3,30
11° Scola Daniele Sm40 Atletica Banca di
Pesaro
0.42.21 3,32
12° Burzicchi Luca Sm35 Marathon C. di
Castello
0.42.39 3,33
13° Franchimi Mattia Amat Atletica Amatori
Osimo
0.42.43 3,34
14° Mead Robert Lian Sm35 Atletica
Senigallia An
0.42.47 3,34
15° Strappato Massimiliano Amat Esercito Sport
& Giovani
0.42.52 3,34
16° Falessi Marco Sm40 Atletica
Senigallia An
0.43.03 3,35
17° Santarelli Mattia Amat G.p. Fano Corre 0.43.12 3,36
18° Mingarelli Francesco Sm40 Pod. Dribling
Valtenna
0.43.15 3,36
19° Mingarelli Giuseppe Sm40 Pod. Dribling
Valtenna
0.43.16 3,36
20° Pasquini Emanuele Sm35 S.E.F. Stamura 0.43.17 3,36
21° Procacci Mario Sm40 Atletica Taino
G.Tadino
0.43.41 3,38
22° Materazzi Marco Sm40 C.u.s. Camerino 0.43.42 3,38
23° Recanatesi Cristiano Sm35 G.s. Dinamis
Falconara
0.43.46 3,38
24° Tornati Francesco Amat Atletica Banca di
Pesaro
0.43.58 3,40
25° De Angelis Carlo Amat Avis Aido Urbino 0.44.08 3,41
26° Paternesi Meloni Vincenzo Sm50 Atletica
Monturanese
0.44.13 3,41
27° Mattioni Luca Amat Mezz. Recanati
Grottini
0.44.18 3,42
28° Spurio Giuseppetti Fabio Sm35 Avis
Castelraimondo Mc
0.44.23 3,42
29° Bazzucchi Mauro Sm45 A.s.p.a. Bastia
U. Pg
0.44.33 3,43
30° Pierotti Igor Amat Sport Calcinelli 0.44.36 3,43
31° Pescatori Marco Sm35 Pod. Dribling
Valtenna
0.44.38 3,43
32° Pirani Enzo Sm50 Atletica
Falconara An
0.44.41 3,43
33° Albanesi Massimo Sm40 G.s. Pieralisi
Jesi  An
0.44.42 3,44
34° Costantini Fabio Sm50 Pol. Montecchio
2000
0.44.45 3,44
35° Battistoni Paolo Sm40 Atletica
Senigallia An
0.44.51 3,44
36° Ioni Giampaolo Sm40 Atletica Urbania 0.45.06 3,46
37° Bolettieri Tommaso Sm45 Nuova Atl. Panda
Ps
0.45.09 3,46
38° D’Asio Raffaele Sm50 Atleta Libero 0.45.13 3,46
39° Crescimbeni Roberto Sm45 Avis
Castelraimondo Mc
0.45.22 3,47
40° D’Amico Giovanni Sm50 Atletica Cingoli
Mc
0.45.28 3,47
41° Plebani Gianfranco Sm40 Atletica Cingoli
Mc
0.45.30 3,48
42° Barcelli Andrea Amat Collemar-Athon
Barchi
0.45.33 3,48
43° Malerba Ascar Sm45 Pol. Montecchio
2000
0.45.34 3,48
44° Perini Fausto Sm45 Atletica
Senigallia An
0.45.36 3,48
45° Bacchiani Enrico Amat Atletica Banca di
Pesaro
0.45.38 3,48
46° Antifora Antonio Sm50 Ass. Pod. Casette
D’Ete
0.45.42 3,49
47° Barattini Luca Amat Collemar-Athon
Barchi
0.45.44 3,49
48° Biagioni Massimo Sm35 Atletica Taino
G.Tadino
0.45.47 3,49
49° Sopranzetti Fabio Amat Atl. Trodica
Morrovalle
0.45.48 3,49
50° Primavera Angelo Sm45 Pol. Montecchio
2000
0.45.49 3,49
51° Giacometti Marco Amat Atletica Fermo 0.45.50 3,49
52° Spadoni Raffaele Amat Atletica Urbania 0.45.57 3,50
53° Costa Carlo Sm40 Team 2000
Vercelli
0.45.58 3,50
54° Berettoni Claudio Sm40 Pod. Avis
Fabriano An
0.45.59 3,50
55° Amantini Luigi Sm40 Atletica Urbania 0.46.03 3,50
56° Frattini Andrea Sm35 Pol. Montecchio
2000
0.46.04 3,50
57° Tonelli Stefano Sm50 Nuova Atl. Panda
Ps
0.46.07 3,51
58° Ercoli Fabio Amat Pol. Montecchio
2000
0.46.10 3,51
59° Ronchini Pierluigi Sm40 Atletica Amatori
Osimo
0.46.11 3,51
60° Scassellati Valerio Amat Atletica Taino
G.Tadino
0.46.17 3,51
61° Giacometti Aldo Sm50 Collemar-Athon
Barchi
0.46.21 3,52
62° Boccalini Enrico Sm45 Atletica 75
Cattolica
0.46.22 3,52
63° Cruciani Mirko Amat Avis
Castelraimondo Mc
0.46.23 3,52
64° Lazzari Claudio Sm55 Avis Aido Urbino 0.46.27 3,52
65° Ingrosso Alessandro Amat Atletica Taino
G.Tadino
0.46.40 3,53
66° Giacometti Alberto Sm55 G.s. Pieralisi
Jesi  An
0.46.46 3,53
67° Belardinelli Mauro Sm35 Collemar-Athon
Barchi
0.46.52 3,54
68° Mariotti Cristian Sm35 Atl. Trodica
Morrovalle
0.46.59 3,55
69° Baldassarretti Angelo Amat Nuova Atl. Panda
Ps
0.47.03 3,55
70° Gervasi Marco Amat Avis Aido Urbino 0.47.06 3,56
71° Renni Leonardo Sm55 Atletica Banca di
Pesaro
0.47.11 3,56
72° Fratini Daniele Amat Atletica Taino
G.Tadino
0.47.14 3,56
73° Urbinati Simone Sm35 Nuova Atl. Panda
Ps
0.47.18 3,56
74° Guerra Maurizio Sm35 Pol. Montecchio
2000
0.47.20 3,57
75° Cambiotti Mauro Sm55 Atletica Avis
Perugia
0.47.23 3,57
76° Piras Pasqualino Sm45 G.p. Lucrezia
Pesaro
0.47.30 3,58
77° Olivieri Valter Sm40 Atletica Urbania 0.47.31 3,58
78° Montanari Gianluca Sm35 Atletica
Senigallia An
0.47.34 3,58
79° Cesari Graziano Sm45 Atletica Amatori
Osimo
0.47.38 3,58
80° Venerandi Michele Sm35 Atletica 75
Cattolica
0.47.39 3,58
81° Antonietti Enea Sm35 Podistica Valmisa
An
0.47.41 3,58
82° Alessandroni Davide Sm35 Atletica Urbania 0.47.46 3,59
83° Salari Pecica Michele Sm35 Pod. Avis
Fabriano An
0.47.47 3,59
84° Facchini Davide Sm40 Atletica 75
Cattolica
0.47.54 4,00
85° Puerini Alberto Sm40 Collemar-Athon
Barchi
0.47.58 4,00
86° D’Amato Raimondo Sm55 Atletica
Senigallia An
0.48.01 4,00
87° Serfilippi Mauro Sm40 Atletica Urbania 0.48.05 4,00
88° Carciani Silvano Sm45 Pol. Tifernum 0.48.06 4,00
89° Angelini Giancarlo Sm45 Atletica Banca di
Pesaro
0.48.08 4,01
90° Capponi Simone Amat Atletica
Falconara An
0.48.09 4,01
91° Ronconi Robertino Sm45 G.s. Pieralisi
Jesi  An
0.48.13 4,01
92° Guglielmo Attilio Sm35 Pol. Montecchio
2000
0.48.16 4,01
93° Antonini Gianluca Sm35 Assisi Runners 0.48.18 4,02
94° Damignani Paolo Sm45 G.p. Lucrezia
Pesaro
0.48.31 4,03
95° Fazi Mauro Sm35 Atletica Taino
G.Tadino
0.48.34 4,03
96° Giovanetti Manolo Sm45 Atletica
Senigallia An
0.48.35 4,03
97° Gasperini Dino Sm55 Pol. Montecchio
2000
0.48.37 4,03
98° Sgrilli Giuliano Sm55 Atl. Elpidiense
Avis Aido
0.48.42 4,04
99° Brandi Vanes Amat Sport Calcinelli 0.48.48 4,04
100° Bilancioni Mirko Sm40 Collemar-Athon
Barchi
0.48.54 4,04
101° Pesaresi Gianfranco Sm50 Atletica Amatori
Osimo
0.48.55 4,05
102° Barchiesi Giuliano Sm55 Pod. Dribling
Valtenna
0.48.57 4,05
103° Carletti Mirco Sm35 Nuova Atl. Panda
Ps
0.49.00 4,05
104° Profili Paolo Sm50 G.s. Dinamis
Falconara
0.49.03 4,05
105° Baldani Antonio Sm55 Pol. Montecchio
2000
0.49.14 4,06
106° Stefanetti Stefano Sm50 Pod. Avis
Fabriano An
0.49.16 4,06
107° Bartolini Luigi Sm55 Mezz. Recanati
Grottini
0.49.27 4,07
108° Cecati Giovanni Sm35 G.s. Pieralisi
Jesi  An
0.49.30 4,08
109° Rossi Davide Sm45 Atletica
Senigallia An
0.49.32 4,08
110° Ceccarelli Adriano Sm50 G.p. Lucrezia
Pesaro
0.49.33 4,08
111° Carfagno Felice Sm50 Atletica
Monturanese
0.49.37 4,08
112° Paciarotti Giuliano Sm55 Ass. Pod. Casette
D’Ete
0.49.42 4,08
113° Carletti Fabrizio Sm45 Pol. Montecchio
2000
0.49.46 4,09
114° Giacometti Michele Sm35 Atletica Palzola
Novara
0.49.55 4,10
115° Catani Giovanni Sm35 Atletica Urbania 0.49.59 4,10
116° Crucianelli Mauro Sm45 Avis
Castelraimondo Mc
0.50.01 4,10
117° Cerqueti Mattia Amat Avis
Castelraimondo Mc
0.50.02 4,10
118° Capponi Mariano Sm65 Atletica
Falconara An
0.50.10 4,11
119° Romani Claudio Amat Collemar-Athon
Barchi
0.50.14 4,11
120° Campana Michele Sm35 Atletica Urbania 0.50.27 4,12
121° Mariotti Mirco Sm35 Atletica Banca di
Pesaro
0.50.33 4,13
122° Cursi Dorando Sm50 Podistica Valmisa
An
0.50.35 4,13
123° Perugini Michele Sm40 Olympic Runners
Lama
0.50.41 4,13
124° Pierfederici Luca Sm40 Atletica
Senigallia An
0.50.43 4,14
125° Titti Alfredo Sm45 Pod. Avis
Fabriano An
0.50.45 4,14
126° Martini Massimo Sm40 Pol. Montecchio
2000
0.50.50 4,14
127° Santori Mario Sm50 Pod. Avis
Fabriano An
0.50.53 4,14
128° Sabatini Luca Amat Collemar-Athon
Barchi
0.50.54 4,14
129° Servizi Antonio Sm40 Collemar-Athon
Barchi
0.50.57 4,15
130° Seraghiti Piergiorgio Sm55 Avis Aido Urbino 0.50.58 4,15
131° Scuriatti Fabio Sm45 Avis
Castelraimondo Mc
0.51.01 4,15
132° Bucchi Amedeo Sm50 Pod. Avis
Fabriano An
0.51.17 4,16
133° Torreggiani Luciano Sm45 Collemar-Athon
Barchi
0.51.27 4,17
134° Strappato Sergio Sm45 Atletica Amatori
Osimo
0.51.33 4,18
135° Bovetti Luciano Sm60 Avis
Castelraimondo Mc
0.51.34 4,18
136° Maceratesi Bruno Sm65 G.s. Pieralisi
Jesi  An
0.51.38 4,18
137° Canapari Francesco Sm50 Atletica Avis
Perugia
0.51.40 4,18
138° Pradarelli Daniele Sm45 G.p. Lucrezia
Pesaro
0.51.43 4,19
139° Canestrari Secondo Sm50 Pol. Montecchio
2000
0.51.46 4,19
140° Romani Massimiliano Sm35 Pol. Montecchio
2000
0.51.48 4,19
141° Bresciani Simone Sm35 Running C.
Fossombrone
0.51.50 4,19
142° Sanna Leonardo Sm35 Avis
Castelraimondo Mc
0.51.52 4,19
143° Melani Umberto Sm65 Misericordia
Aglianese
0.51.55 4,20
144° Santini Orlando Sm60 G.s. Pieralisi
Jesi  An
0.51.59 4,20
145° Leonardi Lorenzo Sm50 G.p. Lucrezia
Pesaro
0.52.07 4,21
146° Di Lorenzi Vittorio Sm55 Pol. Montecchio
2000
0.52.09 4,21
147° Scansani Ariano Sm50 Atletica Avis
Castelfidardo
0.52.13 4,21
148° Simoni Gino Sm55 Atletica
Senigallia An
0.52.35 4,23
149° Deriu Maurizio Sm35 Avis Aido Urbino 0.52.43 4,24
150° Bastianelli Andrea Sm35 Brombo Runners 0.52.44 4,24
151° Belli Antonio Sm40 Atletica
Falconara An
0.52.51 4,24
152° Antognoli Andrea Sm45 G.p. Lucrezia
Pesaro
0.53.11 4,26
153° Aguzzi Fabrizio Sm45 G.p. Lucrezia
Pesaro
0.53.13 4,26
154° Sbaffi Luigino Sm50 G.p. Lucrezia
Pesaro
0.53.15 4,26
155° Guidi Giorgio Amat G.p. Lucrezia
Pesaro
0.53.21 4,27
156° Cesanelli Paolo Sm45 Avis
Castelraimondo Mc
0.53.26 4,27
157° Canestrari Remo Sm40 Collemar-Athon
Barchi
0.53.28 4,27
158° Foci Maurizio Sm40 Pol. Tifernum 0.53.29 4,27
159° Lupi Andrea Sm45 Atletica Taino
G.Tadino
0.53.32 4,28
160° Trappolini Gilberto Sm40 Atletica
Senigallia An
0.53.35 4,28
161° Sarti Gabriele Sm50 Atletica 75
Cattolica
0.53.37 4,28
162° Fiorelli Stefano Sm50 Atletica Banca di
Pesaro
0.53.41 4,28
163° Lucchetti Patrizio Sm45 Olympic Runners
Lama
0.53.43 4,29
164° Conti Domenico Sm45 Avis
Castelraimondo Mc
0.53.44 4,29
165° Fiscaletti Daniele Sm40 Atletica
Senigallia An
0.53.47 4,29
166° Moscetti Roberto Sm40 Atletica Taino
G.Tadino
0.53.48 4,29
167° Anastasi Massimo Sm35 Atletica Taino
G.Tadino
0.53.51 4,29
168° Virgili Gerri Sm35 Sport Calcinelli 0.53.59 4,30
169° Donatini Andrea Sm40 Atletica Mameli
Ravenna
0.54.01 4,30
170° Solustri Remo Sm50 G.s. Pieralisi
Jesi  An
0.54.03 4,30
171° Belli Massimo Sm50 Avis
Castelraimondo Mc
0.54.06 4,30
172° Cioppi Claudio Sm50 Pol. Montecchio
2000
0.54.09 4,31
173° Carbonari Valentino Sm60 Atletica Amatori
Osimo
0.54.14 4,31
174° Ciaramicoli Paolo Sm55 Collemar-Athon
Barchi
0.54.16 4,31
175° Ortolani Celso Sm45 C.u.s. Camerino 0.54.18 4,32
176° Santonici Alessandro Sm45 Avis
Castelraimondo Mc
0.54.20 4,32
177° Ferri Mirko Sm40 Pol. Montecchio
2000
0.54.24 4,32
178° Marocchi Claudio Sm40 Atletica
Senigallia An
0.54.26 4,32
179° Capretti Gino Sm45 Avis San
Benedetto
0.54.35 4,33
180° Consorti Luciano Sm50 Pod. Dribling
Valtenna
0.54.36 4,33
181° Ghiselli Lorenzo Sm40 Avis Aido Urbino 0.54.37 4,33
182° Columbaria Daniele Sm45 Atletica Taino
G.Tadino
0.54.41 4,33
183° Franconi Sergio Sm60 G.s. Pieralisi
Jesi  An
0.54.43 4,34
184° Falcinelli Luca Sm40 Atletica
Senigallia An
0.54.44 4,34
185° Pierini Sergio Sm55 Pol. Montecchio
2000
0.54.47 4,34
186° Gustinicchi Maurizio Sm40 Marathon C. di
Castello
0.54.50 4,34
187° Cerqueti Alberto Sm50 Avis
Castelraimondo Mc
0.54.53 4,34
188° Parenti Giuseppe Sm65 C.u.s. Urbino 0.54.55 4,35
189° Pacifero Giuliano Sm50 G.s. Gabbi
Bologna
0.55.00 4,35
190° Sperandio Carlo Sm60 Pol. Candia
Baraccola An
0.55.01 4,35
191° Barberi Massimo Sm40 Olympic Runners
Lama
0.55.12 4,36
192° Rossi Roberto Sm45 Pol. Montecchio
2000
0.55.14 4,36
193° Macchniz Enrico Sm45 Pol. Montecchio
2000
0.55.15 4,36
194° Massacci Carlo Sm60 Atletica
Senigallia An
0.55.17 4,36
195° Balestra Valeriano Sm55 G.s. Pieralisi
Jesi  An
0.55.18 4,36
196° Soverchia Simone Sm35 Uisp Ancona 0.55.35 4,38
197° Pazzaglia Flavio Sm55 Pol. Montecchio
2000
0.55.41 4,38
198° Sollevanti Marco Sm35 Gubbio Runners 0.55.43 4,39
199° Raponi Giuseppe Sm55 Atletica Dlf
Ancona
0.55.45 4,39
200° Sciriscioli Marco Sm45 Running C.
Fossombrone
0.55.47 4,39
201° Vesperini Luigi Sm55 Avis San
Benedetto
0.55.50 4,39
202° Fiorucci Alessandro Sm40 Olympic Runners
Lama
0.55.52 4,39
203° Capannelli Antonello Sm35 A.s.p.a. Bastia
U. Pg
0.55.55 4,40
204° Bruschi Stefano Sm35 Olympic Runners
Lama
0.56.03 4,40
205° Gualandri Francesco Sm40 Sport Calcinelli 0.56.09 4,41
206° De Angelis Nando Sm55 Collemar-Athon
Barchi
0.56.10 4,41
207° Lori Giorgio Sm45 Atleta Libero 0.56.11 4,41
208° Mattioli Tiziano Sm35 Collemar-Athon
Barchi
0.56.16 4,41
209° Franceschetti Michele Sm35 Pod. Dribling
Valtenna
0.56.17 4,41
210° Donatini Enzo Sm65 Endas Ravenna 0.56.21 4,42
211° Rossignoli Mirko Sm35 G.p. Lucrezia
Pesaro
0.56.25 4,42
212° Lippera Paolo Sm50 Pod. Avis
Fabriano An
0.56.28 4,42
213° Mariani Otello Sm45 Pod. Avis
Fabriano An
0.56.29 4,42
214° Garbugli Mario Sm50 Brombo Runners 0.56.34 4,43
215° Chiappa Roberto Sm45 Podistica Valmisa
An
0.56.38 4,43
216° Venturi Sauro Sm50 Podistica Valmisa
An
0.56.41 4,43
217° Guiducci Massimo Sm40 Olympic Runners
Lama
0.56.46 4,44
218° Federico Marcello Sm40 Pol. Montecchio
2000
0.56.48 4,44
219° Balicchia Claudio Sm50 Atletica
Senigallia An
0.56.54 4,44
220° Fiorini Andrea Sm35 Atletica
Falconara An
0.56.55 4,45
221° Silvestrucci Fiorino Sm45 Atletica Taino
G.Tadino
0.57.01 4,45
222° Marinelli Giorgio Sm60 Collemar-Athon
Barchi
0.57.03 4,45
223° Solfanelli Andrea Amat Atletica
Falconara An
0.57.05 4,45
224° Toccacelli Bruno Sm50 G.p. Lucrezia
Pesaro
0.57.06 4,46
225° Olivi Maurizio Sm55 Running C.
Fossombrone
0.57.07 4,46
226° Nataloni Roberto Sm60 Pol. Candia
Baraccola An
0.57.10 4,46
227° Ughetto Ferruccio Sm55 G.s. Pieralisi
Jesi  An
0.57.11 4,46
228° Rocchetti Roberto Sm40 Atletica
Senigallia An
0.57.12 4,46
229° Polasco Luca Sm40 Atletica Amatori
Osimo
0.57.13 4,46
230° Bonifazzi Daniele Sm60 Collemar-Athon
Barchi
0.57.18 4,46
231° Ciaffi Marco Sm45 Atletica
Falconara An
0.57.20 4,47
232° Frioli Pasquale Sm40 G.p. Fano Corre 0.57.30 4,48
233° Faggioni Alfio Sm65 Pod. Avis
Fabriano An
0.57.40 4,48
234° Cecchini Roberto Sm40 G.s. Pieralisi
Jesi  An
0.57.51 4,49
235° Del Moro Paolo Sm60 Collemar-Athon
Barchi
0.57.52 4,49
236° Di Martino Dino Sm45 Collemar-Athon
Barchi
0.57.53 4,49
237° Racchini Roberto Sm40 G.p. Lucrezia
Pesaro
0.57.57 4,50
238° Traiani Mattia Amat Sport Calcinelli 0.58.05 4,50
239° Bassotti Nicola Amat Atletica Urbania 0.58.07 4,51
240° Pierelli Vinicio Sm50 Atletica Taino
G.Tadino
0.58.10 4,51
241° Aluigi Emo Sm60 Atletica Banca di
Pesaro
0.58.13 4,51
242° Antonozzi Andrea Amat Avis
Castelraimondo Mc
0.58.17 4,51
243° Boni Giuliano Sm65 Atletica
Falconara An
0.58.22 4,52
244° Pieroni Fabio Sm35 Atleta Libero 0.58.24 4,52
245° Copparoni Novello Sm55 Collemar-Athon
Barchi
0.58.50 4,54
246° Gargamelli Giorgio Sm50 G.p. Lucrezia
Pesaro
0.58.51 4,54
247° Donnini Omar Amat G.p. Lucrezia
Pesaro
0.58.52 4,54
248° Sguazza Alessandro Sm45 G.p. Lucrezia
Pesaro
0.58.53 4,54
249° Ambrosini Jacopo Sm40 Atletica Dlf
Ancona
0.59.26 4,57
250° Forace Giovanni Sm55 Atletica
Senigallia An
0.59.40 4,58
251° Ghiselli Luciano Sm45 Pol. Montecchio
2000
0.59.44 4,59
252° Bruni Simone Sm35 Atleta Libero 0.59.54 5,00
253° Ferretti Ruggero Sm40 Gubbio Runners 1.00.04 5,00
254° Quarteroni Alberto Sm50 Olympia Macerata
Feltria
1.00.09 5,01
255° Cioppi Stefano Sm40 Atletica Banca di
Pesaro
1.00.10 5,01
256° Rabinelli Enrico Sm45 Atleta Libero 1.00.12 5,01
257° Latini Roberto Sm45 G.s. Pieralisi
Jesi  An
1.00.18 5,02
258° Battistini Dario Sm55 Atletica
Falconara An
1.00.23 5,02
259° Rossi Francesco Sm50 A.s.p.a. Bastia
U. Pg
1.00.32 5,03
260° Bocci Giovanni Sm55 A.s.p.a. Bastia
U. Pg
1.00.33 5,03
261° Andricciola Giovanni Sm50 A.s.p.a. Bastia
U. Pg
1.00.42 5,04
262° Biagioni Andrea Sm35 G.p. Fano Corre 1.00.43 5,04
263° Vampelli Italo Sm50 Pol. Candia
Baraccola An
1.00.44 5,04
264° Bordichini Massimo Sm50 Atletica Taino
G.Tadino
1.00.51 5,04
265° Bolognoni Ermete Sm60 Atletica Urbania 1.00.53 5,04
266° Eclitti Nazzareno Sm50 Atletica
Monturanese
1.01.02 5,05
267° Massanelli Luigi Sm45 Pol. Montecchio
2000
1.01.03 5,05
268° Galli Stefano Sm40 Brombo Runners 1.01.05 5,05
269° Quagliani Luigi Sm55 Podistica Valmisa
An
1.01.15 5,06
270° Piatti Sergio Sm50 G.s. Pieralisi
Jesi  An
1.01.35 5,08
271° Mencarelli Emanuele Sm40 Podistica Valmisa
An
1.01.38 5,08
272° Baldarelli Silvano Sm55 Podistica Valmisa
An
1.01.40 5,08
273° Moretti Danilo Sm40 Atletica Urbania 1.01.41 5,08
274° Valdarchi Renato Sm45 Atletica Urbania 1.01.45 5,09
275° Stecconi Renato Sm60 Atletica
Falconara An
1.01.55 5,10
276° Jacono Antonino Sm55 G.s. Pieralisi
Jesi  An
1.02.21 5,12
277° Curzi Massimo Sm45 Collemar-Athon
Barchi
1.02.28 5,12
278° Lucci Roberto Sm50 Atletica
Falconara An
1.02.38 5,13
279° Capulli Gianni Sm65 Atletica
Falconara An
1.03.07 5,16
280° Vignoni Luigi Sm45 Atletica Dlf
Ancona
1.03.31 5,18
281° Campelli Silverio Sm60 G.s. Pieralisi
Jesi  An
1.03.38 5,18
282° Serfilippi Mirco Sm35 Collemar-Athon
Barchi
1.03.44 5,19
283° Lani Claudio Sm50 Atletica Urbania 1.03.46 5,19
284° Mantovani Nazzareno Sm55 A.s.p.a. Bastia
U. Pg
1.04.02 5,20
285° Perini Stefano Sm45 Podistica Valmisa
An
1.04.05 5,20
286° Narcisi Maurizio Sm40 Pod. Dribling
Valtenna
1.04.17 5,21
287° Romano Stefano Amat Atleta Libero 1.04.33 5,23
288° Renzi Luciano Sm40 G.s. Pieralisi
Jesi  An
1.04.38 5,23
289° Zavagnini Luigi Sm60 Atletica 75
Cattolica
1.04.42 5,24
290° Binni Paolo Sm60 Podistica
Carsulae Tr
1.04.51 5,24
291° Carpino Luca Sm45 Atletica
Monturanese
1.05.13 5,26
292° Capecci Adriano Sm60 G.s. Pieralisi
Jesi  An
1.05.16 5,26
293° Sebastianelli Giorgio Sm35 Atletica
Senigallia An
1.05.50 5,29
294° Mazzucchini Marco Sm40 Atletica Amatori
Osimo
1.06.03 5,30
295° Bianchini Bruno Sm50 Podistica
Carsulae Tr
1.07.14 5,36
296° Gargamelli Mario Sm45 G.p. Lucrezia
Pesaro
1.07.20 5,37
297° Serafini Ivano Sm45 Atletica Modena 1.07.38 5,38
298° Pucciarini Renato Sm60 A.s.p.a. Bastia
U. Pg
1.07.43 5,39
299° Rognini Massimo Sm40 G.p. Lucrezia
Pesaro
1.09.03 5,45
300° Natali Novello Sm65 A.s.p.a. Bastia
U. Pg
1.09.20 5,47
301° Rossetti Tito Sm65 Avis
Castelraimondo Mc
1.11.09 5,56
302° Letterini Augusto Sm40 Avis
Castelraimondo Mc
1.13.02 6,05
303° Bruzzesi Danilo Sm55 Atletica Dlf
Ancona
1.13.09 6,06
304° Canestrari Oreste Sm65 Collemar-Athon
Barchi
1.13.37 6,08
305° Allegrucci Federico Sm45 Gubbio Runners 1.13.51 6,09
306° Sguazza Giancarlo Sm50 G.p. Lucrezia
Pesaro
1.14.39 6,13
307° Cecchini Rubens Sm45 G.p. Lucrezia
Pesaro
1.15.19 6,17
308° Ricci C.Alberto Sm50 A.s.p.a. Bastia
U. Pg
1.18.14 6,31
309° Rosignoli Amedeo Sm60 A.s.p.a. Bastia
U. Pg
1.20.09 6,41
310° Raffaeli Armando Sm65 G.s. Pieralisi
Jesi  An
1.23.00 6,55
311° Morelli Giuseppe Sm60 Running C.
Fossombrone
1.24.18 7,02
Ordine d’arrivo generale femminile
Pos. COGNOME NOME Cat. SOCIETA’ Tempo Media
1^ Santini Simona 1980 Atletica Brescia
1950
0.43.40 3,39
2^ Seraghiti Monica 1987 Atletica Brescia
1950
0.45.48 3,49
3^ Pistilli Alessia 1991 Atletica Macerata 0.46.13 3,51
4^ Cesari Elisa 1991 Esercito Sport
& Giovani
0.46.37 3,53
5^ Cimmarusti Barbara 1971 Atletica Banca di
Pesaro
0.48.20 4,02
6^ Enriquez Irene 1977 Atletica Avis
Perugia
0.49.21 4,07
7^ Scarselli Francesca 1973 Olympic Runners
Lama
0.50.31 4,13
8^ Corsini Cristina 1973 Olympic Runners
Lama
0.50.40 4,13
9^ Berardi Emanuela 1963 G.s. Gabbi
Bologna
0.50.48 4,14
10^ Tittarelli Fiorella 1963 Pod. Avis
Fabriano An
0.50.52 4,14
11^ Pasquelli Federica 1979 Marathon C. di
Castello
0.51.36 4,18
12^ Valentini Raffaella 1966 Atletica Urbania 0.51.56 4,20
13^ Effat Agnese 1982 G.p. Fano Corre 0.52.08 4,21
14^ Bartolomeoli Cristina 1967 Atletica Banca di
Pesaro
0.52.26 4,22
15^ Capezzone Chiara 1985 Atletica Villa
Guglielmi
0.52.36 4,23
16^ Galli Alessia 1979 Atletica
Falconara An
0.52.50 4,24
17^ Signoretti Claudia 1973 Atletica Banca di
Pesaro
0.52.58 4,25
18^ Sarti Alice 1984 Atletica 75
Cattolica
0.53.23 4,27
19^ Masetti Anna Maria 1960 Atletica Banca di
Pesaro
0.53.49 4,29
20^ Del Bianco Silvia 1965 Atletica Avis
Perugia
0.54.33 4,33
21^ Brogate Maria 1967 Atletica Banca di
Pesaro
0.54.59 4,35
22^ Salvatori Adele 1973 Atletica Urbania 0.55.04 4,35
23^ Rotili Roberta 1965 Pod. Avis
Fabriano An
0.55.10 4,36
24^ Lucarelli Patrizia 1967 Running C.
Fossombrone
0.55.49 4,39
25^ Coppari Morena 1975 Collemar-Athon
Barchi
0.55.53 4,39
26^ Valentini Ramona 1975 Collemar-Athon
Barchi
0.56.31 4,43
27^ Canestrari Claudia 1974 Collemar-Athon
Barchi
0.57.17 4,46
28^ Donnini Fabiola 1972 Atletica Taino
G.Tadino
0.57.23 4,47
29^ Catena Sara 1968 Collemar-Athon
Barchi
0.57.54 4,50
30^ Lippera Giulia 1990 Pod. Avis
Fabriano An
0.58.00 4,50
31^ Anastasi Catia 1964 Atletica Taino
G.Tadino
0.58.09 4,51
32^ Dini Stefania 1971 Atletica Urbania 0.58.28 4,52
33^ Grottoli Silvana 1975 Collemar-Athon
Barchi
0.58.36 4,53
34^ Berdini Francesca 1979 Avis Aido Urbino 1.01.04 5,05
35^ Frontini Donatella 1963 Nuova Atl. Panda
Ps
1.01.37 5,08
36^ Frontalini Fabiola 1976 Uisp Ancona 1.01.56 5,10
37^ Nolis Anna 1960 G.p. Lucrezia
Pesaro
1.03.05 5,15
38^ Crescimbeni M. Adelaide 1964 Avis
Castelraimondo Mc
1.03.23 5,17
39^ Fabbrini Michela 1974 G.p. Lucrezia
Pesaro
1.03.35 5,18
40^ Arcangeli Nicoletta 1968 G.p. Fano Corre 1.03.40 5,18
41^ Guerra Natascia 1971 Pol. Tifernum 1.03.51 5,19
42^ Tonti Beatrice 1972 Collemar-Athon
Barchi
1.03.52 5,19
43^ Barattini Patrizia 1957 Collemar-Athon
Barchi
1.04.28 5,22
44^ Mammoli Daniela 1963 Podistica
Carsulae Tr
1.04.50 5,24
45^ Angeli Anna 1970 Atletica Urbania 1.04.56 5,25
46^ Batoni Marinella 1954 Mezz. Recanati
Grottini
1.06.11 5,31
47^ Grenzi Manila 1964 Atletica Modena 1.07.39 5,38
48^ Vagnarelli Rema 1964 A.s.p.a. Bastia
U. Pg
1.07.40 5,38
49^ Girolomoni Simonetta 1967 Atletica
Senigallia An
1.07.41 5,38
50^ Paolucci Genni 1979 Atleta Libera 1.08.34 5,43
51^ Righetti Rosanna 1955 Atletica Avis
Perugia
1.08.50 5,44
52^ Quadrini Marcella 1957 Pod. Dribling
Valtenna
1.09.22 5,47
53^ Bancora Gabriella 1947 Bovisio Masciago
Mi
1.10.10 5,51
54^ Eutizi Gabriella 1961 G.p. Lucrezia
Pesaro
1.10.16 5,51
55^ Conti Mariacristina 1947 Collemar-Athon
Barchi
1.12.32 6,03
56^ Micci Mariella 1958 Collemar-Athon
Barchi
1.15.18 6,16
57^ Minelli Mara 1972 Gubbio Runners 1.15.38 6,18
58^ Jangudakis Concetta 1946 Atletica
Falconara An
1.16.50 6,24

10° Giro del Monte Carpegna – 15,5Km – 01/08/2010

Anche quest’anno siamo un po’ lontanucci dal record della gara 52’20, la mancanza di Roberto Barbi forse a spento un po’ gli animi dei campioni? Però nelle retrovie rimangono decisamente accesi. La gara è partita 1 minuto dopo gli allievi, con uno starter un po’ incerto, ma gli atleti destinati alla vittoria non si smarriti, spingendo sul gas e guadagnando le prime posizioni già nei primi 100 metri. Bene anche Marco Verardo, che sale sul podio al terzo posto. In campo femminile, anche in questa edizione Ana Nanu spadroneggia e in vista delle prossime gare sociali gestisce il vantaggio accumulato in salita.

da http://www.tuttopodismo.it




I tempi dei nostri atleti

NOME E COGNOME TEMPO POS. GEN. POS. CAT.
Stefano Santini 1:01:19 5 1
Valter Olivieri 1:07:43 29 8
Federico Talozzi 1:09:27 39 11
Giampaolo Ioni 1:10:02 43 10
Luigi Amantini 1:10:12 46 12
Raffaele Spadoni 1:11:37 64 11
Davide Alessandroni 1:16:49 118 28
Raffaella Valentini 1:18:01 135 2
Mauro Serfilippi 1:18:15 136 30
Adele Salvatori 1:26:46 232 11
Mattia Ioni cat. 0/7 anni – mt.200 6 4

Guarda la classifica completa e le foto

 

6a NOTTURNA “SCALATA AL CASTELLO”, Piagge (Pu) – Km 8,1 – Sabato 24 luglio 2010


Volantino Piagge


Profilo altimetrico

I tempi dei nostri atleti

NOME E COGNOME TEMPO MEDIA KM POSIZIONE
Stefano Santini 28′36″ 3′32″ 1° di cat., 4° ass.
Valter Olivieri 31′16″ 3′52″  
Luigi Amantini 31′46″ 3′56″  
Mauro Serfilippi 34′22″ 4′15″  
Davide Alessandroni 34′32″ 4′16″  
Michele Campana 34′57″ 4′20″  
Loris Giorgini 35′03″ 4′20″  
Raffaella Valentini 35′26″ 4′23″ 1° di cat., 4a ass. donne
Nicola Bassotti 41′00″ 5′04″  
Renato Valdarchi 42′07″ 5′13″  
Danilo Moretti 44′13″ 5′28″  
Gianmarco Campana gara giovanile cat. 0/7 anni 2° di cat.

Guarda le foto del dopo gara

35a Strafossombrone – 9,7Km – 11/07/2010

Strafossombrone

Strafossombrone - Profilo Altimetrico

È molto difficile scrivere quando si è così spremuti, esausti, sfiniti, come ora. L’aria è bollente, pigra e immobile. Si sente il canto furioso delle cicale, nessun suono umano. Ora è la siesta, quelli che non sono andati al mare lasciano andare le ore centrali di una domenica estiva e cercano il riposo. È come se anche i pensieri diventassero più piccoli, basici, nell’attesa di risollevarsi, di potere finalemte respirare un’arietta fresca.

Non avevo voglia di correre oggi. Altre volte mi è capitato di avere questa sensazione, e tendenzialmente tendo a non farci caso, a non darle spazio.

Faccio quello che devo fare, vado dove devo andare, con la psicologia del soldatino delle retrovie, che sa che non cambierà mai la storia, che la storia la fanno altri, ma che non abbandonerà mai le proprie posizioni, nè tradirà gli incarichi ricevuti.

Io gli incarichi me li dò da sola.

E oggi volevo proprio darmi un bel riposo.

Già la vacanza in Sardegna ha staccato da me un bel po’ di fili, e non ho avuto voglia nè bisogno di muovermi correndo, con l’estate il mio corpo è più pigro, mi sento come la leonessa della savana sotto un’ombra di un arbusto, pigra e sonnacchiosa, io che di solito sono sempre attiva.

Ci sono alcune corse che mi fanno paura, quando devo fare molta strada, quando  non mi sento bene e non capisco cosa ho e non so se dovrei fermarmi o andare, quando devo fare percorsi difficili o allenamenti che non mi piacciono.

Oggi non avevo voglia e punto.

Arrivo, incontro tutti, siamo come sempre molto presenti, molto allegri, un po’ lessati dai trenta gradi della mattina, sudati dopo qualche metro di riscaldamento.

Due chiacchiere al caffè con Mauro e Raffaella, ma non c’è mai il tempo di raccontare bene, siamo tutti un po’ distratti, in attesa della partenza, siamo come alla stazione.

E invece lo sparo dell’avvio mi coglie impreparata, chiacchieravamo io e l’Adele come due comari, il suo lavoro, i bambini, gli impegni vari.

Parto baldanzosa, voglio vedere che ne sarà di me. Mi sto allenando poco e cercando di privilegiare la corsa lenta per costuire qualcosa che mi voglio regalare nei prossimi mesi. Con l’estate mi alleno quando posso, quando le vicende di famiglia e di vita mi lasciano la possibilità di uscire. Non sempre è facile conciliare tutto, anche per chi, come me, come di solito le mamme, è abituata a farlo.

In ogni modo vado per un paio di km molto bene, ma so che qualcosa mi sfugge, ci deve essere l’inghippo, e infatti davanti a me si para una bella salitona larga, dove il serpentone di gente sta cominciando a strisciare. Vedo Corrado con una smorfia di dolore che sta tornando indietro, ci guardiamo, ci capiamo con un’occhiata, mi dispiace tantissimo per lui e per la sua passione sincera che troppo spesso non può sfogare. Ripenso a Luigi che per non farmi preoccupare troppo prima di partire mi ha detto un generico “ci sono un po’ di saliscendi” ripenso a tutte le salite che nei miei giorni non voglio fare, e che invece mi toccano, e dico “siamo in ballo, balliamo”. Non dovrebbe consolarmi il fatto che c’è chi fa più fatica di me, è un pensiero meschino lo so, ma ora se penso a quel pezzo ricordo solo i gemiti di uno che mi correva dietro e soffriva, soffriva che volevo chiedergli se stesse bene, ma si capiva che non stava bene, e in fondo non stavo tanto bene neanche io, quindi sono stata muta e ho pensato per me.

Ricordo frammenti, gli insulti a un automobilista cretino, la fine della salita, l’incontro con Ermete che mi ha trottato un po’ al fianco e poi si è allontanato davanti. Ricordo che al quinto km ho pensato e anche detto guardando la vallata sotto a uno sconosciuto di fianco a me “può solo migliorare adesso”. Ricordo la gioia di correre di qualche momento. Ricordo Alfio in piedi sotto una pianta e il suo sorriso che mi ha illuminato e mi ha fatto venire voglia di ballare. Cantavo Waka Waka nella testa e facevo le mosse. È strano il cervello.

Gli ultimi km non ho sofferto. Mi si è avvicinata una ragazza vestita di verde e ci siamo spalleggiate per un po’, andava veloce e io con lei, mi è arrivata poco davanti, volevo ringraziarla alla fine, non l’ho vista più, lo faccio così, qui, se mai leggerà.

Ricordo Mauro e Michele già arrivati, a me mancava poco, non riuscivo neanche a parlare, fermare le macchine per permettermi di passare, mi sono sembrati bellissimi, tutti abbronzati e sorridenti, li ho sentiti amici e mi hanno dato coraggio.

Dell’arrivo ricordo la Stefania, è andata benissimo, ma affranta dal caldo, si appoggia a un muro, prende fiato, è fradicia. Ricordo Renato, sempre sorridente, la sua faccia buona e gentile. I sorrisi di Luigi e Davide. La Raffaella troppo severa con se stessa, non è contenta, ma per me è un modello di atleta e di donna e non riesco a farle capire che se perde qualche secondo di sicuro avrà guadagnato qualcosa da un‘altra parte, piena di grazia dolcezza e gentilezza come è.

L’Adele che ha fatto la sua gara, è andata bene anche lei e ora si rammarica di una sosta troppo lunga.

Io oggi non speravo in niente, e quindi sono molto felice di quello che è venuto, che non so cos’è ma è molto più di niente, e me ne accorgo scrivendo queste righe.

Aspetto Dani, soffre. Ho voglia di andare a casa, lavarmi, fare le cose della giornata.

So che sarà una buona giornata.

Anna Angeli

Guarda la simulazione della gara di Jump, Anna & Danilo



I tempi “non ufficiali” dei nostri atleti alla 35a Strafossombrone 2010

NOME E COGNOME TEMPO MEDIA KM POSIZIONE
Stefano Santini 33’30” 3’27”  6
Giampaolo Ioni 36’28” 3’46”  29
Luigi Amantini 37’20” 3’51”  36
Valter Olivieri 37’20” 3’51”  36
Raffaele Spadoni 38’26” 3’58”  49
Davide Alessandroni 39’20” 4’03”  64
Mauro Serfilippi 39’55” 4’07”  76
Michele Campana 41’55” 4’19”  120
Raffaella Valentini 42’50” 4’25”  131
Loris Giorgini 43’40” 4’30”  144
Adele Salvatori 46’20” 4’47”  188
Stefania Dini 46’40” 4’49”  197
Ermete Bolognini 50’20” 5’11”  248
Anna Angeli 50’30” 5’12”  258
Renato Valdarchi 51’00” 5’15”  267
Danilo Moretti 54’26” 5’37”  286
Corrado Lucciarini infortunato  
Mattia Ioni gara 200 mt cat. 0/7 anni

Clicca qui per vedere la classifica generale provvisoria


10° Giro dei 4 ponti – Post gara

 

Parlare di questa gara è come parlare di un figlio (con le dovute proporzioni, of course) cioè di qualcuno o di qualcosa che ami molto, e non sai o non puoi o non vuoi essere imparziale.
Quell’asfalto l’ho pestato molte volte, le domeniche mattina dello scorso inverno, quando mi svegliavo all’alba la domenica per trovarmi a correre con gente appena conosciuta ma che riconoscevo simile a me. Mi dicevano: “Questa è la nostra gara. Qui facciamo la nostra corsa.”
E lì per lì non capivo bene di cosa parlassero, di cosa si trattasse, che cosa volesse dire.
E invece oggi c’ero anche io, con quelli che poi, domenica dopo domenica sono diventati degli amici, e compagni di avventura.
Oggi il meteo prometteva tragedia e vendetta sui molti peccati che abbiamo commesso. Eravamo preparati e rassegnati a tutto quello che poteva essere, per cui le nuvole, i 18 gradi, e la pioggerellina solo alla fine, hanno reso le condizioni ideali per una bella gara, e una bella prestazione. Arrivo in Piazza, clima di grande operosità, tutti indaffarati con le ultime iscrizioni della mattina (alla gara competitiva più di 300! un gran numero) incontriamo con Claudio e Robert amici del Forum Asics e poi Gabriele, scambio di battute, si sdrammatizza. Io sento salire la tensione ma sono serena, so che mi divertirò, perchè è questa la mia regola: è un gioco!
Nel Giro dei 4 Ponti si parte poco sotto la piazza, qualche centinaia di metri dentro al cuore della città vecchia di Urbania, e subito sulla provinciale. Da lì a destra verso la collina. Per i prossimi chilometri il percorso non incontra altro se non alberi case coloniche cani mucche cavalli una chiesa nessuna macchina.
Questo è la mia strada, la mia gara, qui mi sento a casa. Sono in forma, so che questi giorni sto crescendo. Con calma e tenacia, non mi scoraggio, e costruisco mattone su mattone una condizione che mi possa permettere di gareggiare, ma soprattutto di stare bene, di migliorare, di raggiungere nuovi obiettivi.
Sono lì nel cuore della gara, dopo tanta preparazione da parte di chi ci ha lavorato (non io, non ho fatto nulla, se non desiderare fortemente che andasse bene) e non sento nè caldo nè freddo nè sete nè fame, corro, corro, sento solo le mie gambe che battono l’asfalto e il mio respiro che si affanna e un paio di volte impazzisce. Incrocio Stefano e mi sporgo per fargli coraggio, grande prestazione la sua, arriva secondo confermandosi al top della forma.
Ho la Stefy per un pezzo con me, e poi me la vedo davanti per il resto della gara. Mi serve come punto di forza e di riferimento. Ho un buco verso il quinto, dove l’ho lasciata andare, non ricordo bene cosa sia successo, non riuscivo a respirare bene.
Ogni gara ha un momento così. Fino al momento prima ti senti forte come una leonessa e aggressiva e potente, e un minuto dopo non riesci a mettere un piede davanti all’altro. Ho dovuto mantenere la calma, non perdere fiducia in me stessa, credere ancora che potevo fare una bella gara per non mollare troppo il ritmo e il passo. Ho dovuto fare appello a qualche energia sepolta e sconosciuta, a qualche sole che tengo dentro a illuminare quando si fa scuro. Così è iniziato il ritorno a casa, dove ho corso fianco a fianco con amici sconosciuti che mi hanno incoraggiato e accompagnato e sostenuto e con cui anche se dividi solo pochi passi, dividi qualcosa di importante, e non te ne scordi.
Sono arrivata contenta, il mio Garmin dice che ho fatto 4.56 che per me è un ottimo risultato. Se fossero stati 10 km veramente avrei battuto il mio clamoroso muro dei 50 minuti (10K in 49.33!, questa è la mia vittoria di oggi).
Il pacco gara è fantastico, cose squisite e un piatto decorato. Saluto tutti e vado a casa a prendere i bambini e a trasformarmi da atleta a donna femminile per continuare la giornata insieme.
Anche a pranzo siamo tanti con molti bambini, ne conto una quindicina. Bel clima, allegria, brindisi e divertimento. Il presidente è soddisfatto, dopo giorni di impegno e di lavoro duro può respirare di sollievo.
La gara è stata un grande successo, molti partecipanti sono stati contenti e ce l’hanno detto. Stimolo a fare sempre di più e sempre meglio, come di certo sarà.

Anna Angeli

23° POD. NOTTURNA “Dei Vicoli e delle Mura”, Urbino (Pu) – Km 8,6 – Martedì 01/06/2010

” Sono strane le sensazioni che ho provato nel gareggiare questa sera. Ora che sono al sicuro della mia casa le rivivo, e mi sembra quasi di non  essere io quell’essere ansimante e allucinato che credeva di non farcela, mi  sembra di essere stata in un sogno, che due o tre volte mi è sembrato un incubo. Per tutto il giorno ci ho pensato, sottotraccia al resto. Questa sera, devo essere pronta, non troppo stanca, mangiare bene.  Mi hanno consigliato il pollo a merenda. Ho detto, hai visto mai, mangio il  pollo e vado forte e divento un fulmine. Mi preparo, adrenalina e tensione. Le solite domande a me stessa, dal “chissà  se ce la farò” al “chi me lo fa fare”, come anche il “non sarò all’altezza” o “farò una figuraccia, arriverò ultima”, oltrechè al “verrò giudicata troppo  rotonda e non secca secca come sono le top” o “non ho voglia di soffrire,  basta, voglio solo divertirmi e passare il mio tempo a bere mojito ballando in  piedi sul lettino” o “perchè non mi dedico al decoupage o il punto croce come  quelle normali”. Vado con Federico e Alfio, è un piacere conoscerli meglio. In piazza ad Urbino alle prese con un gonfiabile moscio e i pettorali  appallottolati c’ è il presidente che questa sera fa il giudice insieme ad Alfio.  Della squadra vedo tutti che si aggirano, ci sono Mauro, Raffaella, Raffaele, Davide, Luigi, Loris, Giampaolo con il suo piccolo che ha fatto la garetta, Corrado, Valter, Stefano reduce da una brutta influenza che non so bene quanto  sia arrivato ma era nel gruppo con i primi: mi ha doppiato che ero al terzo  giro e ho usato il mio ultimo fiato per dirgli “Corri Stefano corri” lui  correva come il vento e a me sembrava di essere incollata alla terra. Ho sbagliato sport.Perchè amo tanto qualcosa per cui non sono fatta? Perchè  la corsa non mi ama? Il mio amore non è ricambiato? Ogni passo è per me fatica  sudore lacrime terra, mentre quando guardo loro, quelli forti, mi sembra di vederli volare, come se  facessero la cosa più naturale e più facile del mondo.  Siamo 12 con me, è un bel numero, c’è da essere soddisfatti, ci siamo sempre,  e ci siamo bene, uniti, sorridenti, allegri. Ora mi viene da pensare che se ho finito questa gara qui, potrò fare qualunque  cosa, non ci posso ancora credere che esista qualcosa di così faticoso, eppure  chilometri ne faccio tutti giorni, ne ho fatti, ma questa sera mi sono sembrati  i primi, o anche gli ultimi. La tentazione di mollare l’ho avuta per tutta la  prima metà almeno. Cinque giri di un circuito impegnativo in ogni passo, mai  una distrazione, mai mollare. Si partiva correndo al galoppo verso i torricini, dopo tre o quattrocento  metri quando la strada si apriva verso il Pincio il vento a folate ti asciugava  la maglietta addosso. A tutta velocità, poi una curva rapida e una salita inaspettata, quattro o  cinque tornanti per arrivare alla Piazza del Duomo, dove rifiatare un attimo  nella discesa con il Palazzo Ducale alla destra che ci guardava perplesso e  ritornare alla confusione della Piazza tra urbinati turisti studenti e curiosi.  Da lì ripartire per un nuovo tour. A un certo punto non sapevo più a che punto  fossi o quanti giri mi mancassero, mi sono orientata con il garmin guardando i  chilometri che avevo fatto. Venivo doppiata da quelli che avevano già finito e pensavo che la mia  sofferenza durava ancora un giro, mentre la loro era già terminata. Non mi era  di conforto. Vedevo gente davanti dietro che andava forte in salita e piano in discesa, non  avevo riferimenti di qualcuno con cui correre insieme e fare la gara. A un certo punto ho pensato di essere ultima, quando alla curva ho visto che  dietro ce n’erano varie decine ancora più disperati di me. L’ultimo giro  ho tirato fuori la birra che avevo dentro, la gioia di avercela fatta. Mi sono sentita veramente grande forte potente, per come mi ero sentita un vero schifo poco prima. Pensavo, ce l’ ho fatta anche questa sera, ho superato i miei  limiti, le mie difficoltà, la fatica, l’angoscia, la disperazione a volte, per  arrivare al traguardo, gli ultimi cento metri sono andata a 3 e 13, ho fatto un urlo che la gente si è spaventata, è uscito l’animale che c’è in me che ruggiva  di gioia per il mio personale trionfo. Per la cronaca il mio garmin dice 5.00  spaccati per 8,88 km. La gioia che sento la dovevo condividere subito, per non perdere queste  emozioni, per cui anche se stanchissima, ho scritto. Bellissimo, una giostra,  un’altalena, morte e rinascita, forza e debolezza, stanchezza e vittoria. Una  corsa piena di opposti, a volere pensarci bene, un po’ come la vita.” di ANNA ANGELI

“Ho appena letto l`articolo di Anna sulla corsa di Urbino. C`é solo un commento da fare: EMOZIONANTE !!!!!!!!!!!!!!!! E che continui a scrivere, un saluto a tutti dal vostro Gelindo helvetico.” dalla mail di Atletica Urbania, GIULIANO OLIVIERI.

I tempi dei nostri atleti alla 23° Pod dei vicoli e delle mura 2010

NOME E COGNOME TEMPO MEDIA KM POSIZIONE
Stefano Santini 30,58 3,36 5° Ass - 1° Cat B
Luigi Amantini 32,40 3,48  
Giampaolo Ioni 32,55 3,50  
Federico Talozzi 33,20 3,53  
Valter Olivieri 33,49 3,56  
Davide Alessandroni 34,20 4,00  
Raffaele Spadoni 34,50 4,03  
Corrado lucciarini 36,16 4,10  
Loris Giorgini 36,25 4,14  
Mauro Serfilippi 37,00 4,18  
Michele Campana 37,01 4,18  
Raffaella Valentini 38,21 4,28  
Anna Angeli 44,20 5,09  
Mattia Ioni 11,40 7,00 Gara ragazzi km 1,7

30° CORSA POD. DEL FOGLIA, Montecchio (Pu) – Km 10 – Domenica 30/05/2010

Sempre affascinante la gara di Montecchio, anche in un giorno caldo di fine maggio ha richiamato oltre 460 competitivi. A causa del caldo, nonostante l’alto livello e il gran numero di partecipanti, i tempi sono decisamente alti per tutti. Il primo Lyazali Adil ha impiegato ben 31:44, che è ben lontano dal record della gara 28:41 e sicuramente si è limitato a controllare la gara. Anche la prima donna Laura Giordano ha impiegato 90 secondi in più rispetto alle sue possibilità su questo percorso. Bene anche gli italiani con Doriano Bussolotto in terza posizione alle spalle del marocchino Haoul Abderrazak e quarto Laurent Squadrani che chiude la gara in un ottimo 32:26. (da: www.tuttopodismo.it)

I tempi dei nostri atleti alla 30° Corsa podistica del Foglia 2010

NOME E COGNOME TEMPO MEDIA KM POSIZIONE
Luigi Amantini 37,59'' 3,48 54° Ass - 9° Cat C
Raffaele Spadoni 38,42'' 3,52 69° Ass - 16° Cat A
Valter Olivieri 39,14'' 3,55 76° Ass - 13° Cat C
Davide Alessandroni 40,29'' 4,03 97° Ass - 19° Cat B
Corrado Lucciarini 41,30'' 4,09 118° Ass - 21° Cat D
Mauro Serfilippi 41,56'' 4,12 132° Ass - 29° Cat C
Michele Campana 43,20'' 4,20 173° Ass - 31° Cat B
Raffaella Valentini 45,53'' 4,35 235° Ass - 3° Cat I
Adele Salvatori 46,11'' New P.B. 4,37 243° Ass - 8° Cat H
Loris Giorgini 46,13'' 4,38 244° Ass - 42° Cat B
Stefania Dini 48,02'' New P.B. 4,48 282° Ass - 10° Cat H
Anna Angeli 50,04'' 5,00 317° Ass - 7° Cat I
Renato Valdarchi 51,28'' 5,09 336° Ass - 56° Cat D
Danilo Moretti 52,32'' 5,15 353° Ass - 22° Cat G
Ermete Bolognini 52,46'' 5,17 359° Ass - 23° Cat G
Claudio Lani 57,47'' 5,47 400° Ass - 50° Cat E

Classifica generale

8° PODISTICA DEL METAURO, Fossombrone (Pu) – Km 10 – Domenica 23 Maggio 2010

“Questa mattina mi sento bene, il dolore ai denti è passato e il corpo è tonico e risponde adeguatamente ai miei comandi. Vedo al risveglio l’aria meravigliosa di primavera che tira, finalmente, e decido un look minimo, la lunghezza del pantaloncino determina che caldo è: oggi corto. D. mi bacia dal letto, mi raggiungerà poi, ritroverò all’arrivo il suo viso sorridente ad aspettarmi, felice per me. La gara è vicino casa in un delizioso paese arroccato su una collina che si chiama Fossombrone. Mi avevano parlato di una salita proibitiva che porta a una piccola vetta con un convento, 2 km con più del 12 per cernto di pendenza, robe da andare su in prima o seconda con la mia Punto. Ogni volta che ci passavo davanti da di sotto guardavo sù, a chiedermi ma daver davero? Ce la farò? E infatti non ce l’ho fatta. Camminavo io ma camminavano TUTTI, e allora ciao, va bene lo stesso, camminiamo che non moriremo fulminati per questo. La prima parte della gara, prima della bestia di salita l’ho fatta con la mia amica Stefi che va come un treno e che appena è iniziata la salita ha cambiato marcia, come un camoscio delle montagne. Così ho salutato il suo bel lato b e mi sono attaccata un po’ a chi passava, tutti che facevano un po’ così, come veniva, salvando il salvabile. In cima, erano i 5 k, un panorama da urlo ma non ho avuto il tempo di ammirarlo: sono partita a tutta per i quattro km di discesa che rimanevano e li ho fatti bene, come al solito la discesa non mi fa paura e le mie gambe non frenano, ma spingono. Ne ho sorpassati parecchi. A me quando qualcuno mi sorpassa, mica me la prendo. Un paio li ho visti tirare come i matti per riprendermi, e poi dopo duecento metri scoppiare. Non capisco, qualcuno considera un’onta essere superato in discesa? E poi da una donna? È qualcosa che mi sfugge. Io gioco, e sempre con il sorriso e divertendomi. Credo che se la corsa non fosse questo, un bel gioco, da piccoli e da grandi, me ne sarei già rotta da un pezzo. Suvvia, let’s do amazing! Divertiamoci! Ma è all’arrivo che ho vissuto le più belle emozioni, grazie a un generosissimo Michele, che già arrivato, è tornato indietro per tirarmi nelle ultime centinaia di metri, e ai miei tre bellissimi bambini al traguardo sorridenti e che inneggiavano il mio nome, con il loro super-babbo da capo carovana. All’arrivo la bella faccia sorniona del presidente, ad aspettarmi. Ringrazio Michele, rivedo Davide, il suo giovane nipote alle prime esperienze, che mi sembra con molte possibilità davanti, Loris, Stefano (arrivato secondo), Nicola, la Stefania, Luigi, Luca, Mauro Raffaella, Valter a tutti questi ho avuto il gusto di presentare i miei bambini, che sono la mia più bella vittoria di sempre e per sempre. Il gruppo tiene, anche oggi un bel numero a tenere alto l’ onore dell’Atletica Urbania.” (di Anna Angeli)

I tempi dei nostri atleti all 8° Podistica del Metauro 2010

NOME E COGNOME TEMPO MEDIA KM POSIZIONE
Stefano Santini - - 2° Ass
Luigi Amantini - - 19° Ass
Valter Olivieri - - 22° Ass
Davide Alessandroni - - 56° Ass
Raffaella Valentini - - 106° Ass
Mauro Serfilippi - - 107° Ass
Loris Giorgini - - 115° Ass
Michele Campana - - 117° Ass
Nicola Bassotti - - 177° Ass
Stefania Dini - - 180° Ass
Anna Angeli - - 208° Ass

Classifica Generale

Guarda le foto

8° COLLEMAR-ATHON, Barchi (Pu) – Km 42.195 – Domenica 2 Maggio 2010

LA PIU’ BELLA MARATONA D’ ITALIA – di Stefano Gentilini (Milano)

E’ un po’ che lo ripeto a chi mi chieda quale sia stata la migliore delle mie 10 maratone (finora): “La ColleMar-athon è la più bella Maratona d’Italia”. Eppure ormai ho corso Milano 2 volte, Verona, Reggio Emilia, la Milano-Pavia, Garda e addirittura Venezia dove accorrono runner da tutto il mondo: possibile che questa gara così “giovane” e così lontana dai più importanti circuiti podistici possa essere meglio  delle sue sorelle maggiori?  Beh, venite e provarla e immediatamente condividerete il mio giudizio: in nessun’altra Maratona in Italia troverete la stessa fantastica organizzazione, la stessa cura e attenzione per i dettagli, la stessa partecipazione, la stessa bellezza dei luoghi e dei paesaggi che ho vissuto prima, durante e dopo i 42 km da Barchi a Fano.
Troppo lungo sarebbe elencare i pregi di questa gara: vi basti sapere che qui, con 15 miseri €, vi trasportano da e per il luogo di partenza con bus navetta, vi danno la colazione col caffè espresso prima della partenza, 2 pasta party abbondanti e gustosi che mangerete non in piedi o appoggiati a un muro come dei profughi ma seduti a un tavolo insieme a tutti gli altri runner sotto un tendone caldo e accogliente, ristori ricchi come non mai, spogliatoi e docce calde a 50 m dall’arrivo, una medaglia in porcellana di quasi 9 cm di diametro che vi farà andare in giro con il collo piegato in avanti tanto è grossa e pesante, un pacco gara bello e ricco…
E poi vi sentirete accuditi e coccolati come neonati, con volontari precisi e presenti lungo tutto il percorso, gente entusiasta e cortese che vi saluterà, vi inciterà e vi offrirà da bere e da mangiare e infine vivrete quella fantastica atmosfera di convivialità e di accoglienza sia in partenza sia all’arrivo a Fano dove nessuno vi urlerà attraverso un altoparlante “Mancano 5 minuti al termine tassativo per la consegna delle vostre borse, affrettatevi!” ma piuttosto “Non vi preoccupate, potete depositare la vostra borsa anche pochi secondi prima del via, prendetevi tutto il tempo che vi serve…”
Attenzione, non venite qui per fare il tempo: è sì classificata come una downhill course – cioè una gara dove un eventuale record del mondo non potrebbe essere ratificato dalla IAAF a causa del dislivello negativo di circa 300 m tra arrivo e partenza – ma è piena di saliscendi spaccagambe e passaggi duri (ma straordinari) all’interno di castelli e borghi storici che non vi daranno tregua per i primi 30 km e che le vostre gambe si ricorderanno bene per diversi giorni.
Quest’anno, tuttavia, c’è stata una grossa pecca: il Presidente del Comitato Organizzatore Annibale Montanari e i suoi collaboratori non sono riusciti a organizzare una bella giornata di sole e ci siamo dovuti accontentare di un tempo grigio e di un cielo coperto – spesso inframmezzati dalla pioggia – che non hanno certo reso giustizia ai panorami mozzafiato, ai borghi medioevali e a gli altri luoghi fantastici che si incontrano sul percorso.
Ma statene certi, qui la cura per i maratoneti è così importante e prioritaria che l’anno prossimo si organizzeranno anche per questo e troveranno il modo di confezionare una bella giornata di sole (non troppo calda, però…)

Grazie di cuore a tutti voi e arrivederci all’8 Maggio 2011! ( da: www.collemar-athon.com )

I tempi dei nostri atleti alla 8° Collamar-athon 2010

NOME E COGNOME TEMPO MEDIA KM POSIZIONE
Federico Talozzi 2.54.03" 4.07" 24° Ass - 4° MM35
Luigi Amantini 3.04.21" 4.22" 47° Ass - 17° MM40
Giampaolo Ioni 3.17.06" 4.40" 91° Ass - 27° MM40
Mauro Serfilippi 3.32.29" 5.02" 201° Ass - 57° MM40

Classifica Generale

Guarda le foto

 

Factory